L’acido ialuronico è un componente importante dei tessuti connettivi dell’uomo. La presenza di acido ialuronico dà alla pelle proprietà di resistenza e mantenimento della forma, mentre la sua mancanza provoca un indebolimento della pelle e favorisce la formazione di rughe ed inestetismi.

Con il trascorrere del tempo e l’avanzare dell’età la quantità di acido ialuronico presente nei tessuti cutanei tende a ridursi progressivamente.

All’interno del tessuto connettivo l’acido ialuronico mantiene il grado di idratazione, turgidità, plasticità e viscosità, poiché si dispone nello spazio in una conformazione aggregata incamerando così un notevole numero di molecole d’acqua. Agisce inoltre come sostanza cementante e come molecola anti-urto nonché come efficiente lubrificante prevenendo il danneggiamento delle cellule del tessuto da stress fisici.

UTILIZZI DELL’ACIDO IALURONICO

ACIDO IALURONICO E RUGHE

L’acido ialuronico viene utilizzato con successo in campo estetico ormai da diversi anni. Iniezioni di acido ialuronico sono utilizzate in chirurgia e medicina estetica per eliminare rughe e prevenire l’invecchiamento della pelle.

Con l’avanzare dell’età la quantità di acido ialuronico si riduce progressivamente, causando inestetismi quali le rughe (glabellari, frontali, periorali, ecc.) e soprattutto la perdita di volume (svuotamento e depressioni cutanee) in particolare su zigomi, guance e labbra. Il trattamento a base di collagene ed acido ialuronico costituisce la base dei cosiddetti fillers, utilizzati per colmare e spianare le rughe del viso. Il filler viene iniettato dal medico con un sottile ago appena al di sotto delle rughe da trattare. L’effetto riempitivo dipende dal tipo di pelle e dalla qualità e quantità di acido ialuronico utilizzato. Il risultato non è permanente, a causa del progressivo riassorbimento della sostanza che rende necessaria la ripetizione periodica dell’intervento (ogni 2-12 mesi a seconda dei casi).

  ACIDO IALURONICO E ARTROSI
L’acido ialuronico è un componente fondamentale del liquido sinoviale, liquido presente all’interno delle articolazioni allo scopo di proteggere la cartilagine dall’usura e da carichi eccessivi. Il liquido sinoviale, oltre ad ammortizzare i movimenti, assicura il nutrimento alla cartilagine, accelerandone i processi riparativi. L’invecchiamento articolare, così come quello cutaneo, si associa ad un decremento nella produzione di liquido sinoviale. Una diminuzione eccessiva di tale sostanza, legata ad eventi traumatici o all’avanzare dell’età, aumenta infatti gli attriti tra le superfici articolari. L’acido ialuronico è particolarmente efficace nella cura e nella prevenzione dell’artrosi, una patologia degenerativa che coinvolge la cartilagine. Infiltrazioni intra articolari di tale sostanza possono infatti ridurre il dolore accelerando al tempo stesso i processi riparativi. La terapia a base di acido ialuronico si è dimostrata efficace soprattutto nelle lesioni di media e modesta entità. Anche in questo campo, come in quello estetico, la sua azione non è definitiva e ciò rende necessaria la ripetizione della cura ogni 6-12 mesi.

ACIDO IALURONICO E OCCHIO
L’acido ialuronico trova applicazione anche nella chirurgia oftalmica e oculare: per la produzione di lacrime artificiali e interventi sul corpo vitreo dell’occhio.

ACIDO IALURONICO E ORECCHIO

In chirurgia otologica l’acido ialuronico viene utilizzato come rigenerante di membrane timpaniche forate.    

ACIDO IALURONICO E CAPELLI

Recentemente alcuni studi hanno dimostrato che l’acido ialuronico è coinvolto anche nei processi di proliferazione ed accrescimento di peli e capelli, aprendo nuovi orizzonti nell’impiego cosmetico di questa importante sostanza.

Prodotti a base di acido ialuronico:

Ialuronic Formula

Projoint Complex

Hyalusave
White Witch    



Source