L’acido ialuronico è un preziosissimo alleato nei trattamenti anti-invecchiamento. Si tratta di una molecola di scoperta non recente, fu estratto per la prima volta nel 1934, che negli ultimi tempi ha trovato un ampio spettro di possibili utilizzi, rendendolo una delle star della medicina moderna.

Prima di parlare di acido ialuronico, è però necessario spiegare come funziona il tono della nostra pelle e cosa avviene con l’invecchiamento di questa.

L’IDRATAZIONE DELLA PELLE

La bellezza della pelle è legata alle sue proprietà bio-meccaniche che a loro volta dipendono dal suo contenuto in acqua. L’acqua è, tra l’altro, essenziale per il normale funzionamento della pelle, soprattutto del suo strato superficiale (strato corneo).

Lo strato corneo può essere pensato come un muro che riveste il nostro corpo, formato da tanti mattoncini cementati tra di loro. I mattoncini altro non sono che corneociti, cellule appiattite prive di nucleo, mentre i lipidi rappresentano la sostanza che serve a cementare, cioè a tenere uniti i corneociti, conferendo allo strato corneo la caratteristica struttura di un muro.

L’idratazione in questo strato dipende essenzialmente da alcuni fattori: la presenza di agenti igroscopici naturali (cioè che assorbono acqua) nei corneociti; di lipidi intercellulari che formano una barriera utile per ridurre al minimo la perdita di acqua transepidermica; di ceramidi che hanno una funzione di deposito idrico.

Nel derma, invece, ci sono altre sostanze sono capaci di legare numerosissime molecole d’acqua, presenti nell’atmosfera e/o in creme idratanti, e di bilanciare il fenomeno di diffusione dell’acqua libera dal derma verso l’esterno, prevenendo la disidratazione cutanea. Tra queste l’acido ialuronico riveste un’importanza fondamentale.

CHE COSA E’ L’ACIDO IALURONICO?

Chimicamente, l’acido ialuronico è un polisaccaride, cioè una molecola formata da unità ripetute del disaccaride acido glucuronico e N-acetilglucosamina. A pH fisiologico questo zucchero mostra un’ con elevata polarità; tale da renderlo altamente solubile in acqua e capace di garantire un elevato grado di idratazione.

L’acido ialuronico potrebbe essere paragonato ad una spugna che, a contatto con l’acqua, ne capta le molecole e garantisce una distensione superficiale. Il turgore, infatti, che deriva dal legame dell’acido ialuronico con molecole d’acqua, rende la pelle morbida e compatta, aspetti tipici di una cute giovane.

La presenza dell’acido ialuronico è fondamentale per la stabilizzazione della rete di fibre di collagene e di elastina immerse nella sostanza intercellulare, per gli scambi metabolici e per i processi di riparazione e di rimodellamento del tessuto cutaneo.

Con l’avanzare dell’età, però, la distribuzione e la concentrazione intracutanea dell’acido ialuronico cambiano radicalmente, con conseguente perdita di idratazione e di plasticità,  e con conseguente una successiva comparsa delle rughe.

Proprio sulla base di questa carenza fisiologica, che si presenta dai trent’anni in poi, sono state sviluppate numerose preparazioni cosmetiche a base di acido ialuronico con l’obiettivo di è ricreare, mediante un trattamento topico, l’ambiente fisiologico ideale, cioè di ristabilire e mantenere nel tempo le condizioni caratteristiche di una pelle giovane e compatta.

ACIDO IALURONICO E ARTRITE

Infiltrazioni a base di acido ialuronico sono utilizzate ancora oggi per combattere l’artrite, in qualunque zona vada a colpire le nostre articolazioni.

Si tratta di uno degli aiuti più importanti per chi si trova a convivere con questa fastidiosissima patologia.

ACIDO IALURONICO E CHIRURGIA

L’acido ialuronico trova impieghi importanti anche nella chirurgia estetica. Viene infatti utilizzato come filler in un numero enorme di interventi, ed è attualmente il riempitivo più utilizzato dalla chirurgia plastica moderna.

È in grado infatti di essere d’aiuto negli interventi che hanno come oggetto le labbra, il seno, il naso e il viso, ed è utilizzato anche per rimodellare i tessuti molli del nostro corpo.

COSMECEUTICI MIAMO: CREME E SIERI ALL’ACIDO IALURONICO

L’acido ialuronico viene anche utilizzato in creme e sieri di bellezza, anti-età e contro le rughe, grazie alle proprietà descritte poco sopra.

Miamo ha creato due prodotti a base di Acido Ialuronico, HYALURONIC ACID CREAM e HYALURONIC ACID L.H. SERUM, ad elevatissimo potere idratante.

Che differenza c’è tra i due prodotti?

HYALURONIC ACID CREAM è una crema ad alto contenuto di Acido Ialuronico, ideale per il mantenimento di una pelle sana e idratata, grazie all’elevato apporto di Acido Ialuronico alla massima concentrazione e con livelli di purezza mai ottenuti prima.

Questo prodotto svolgere un’azione ricostituente e intensamente idratante. HYALURONIC ACID CREAM, infatti, stimola i fibroblasti a produrre nuove molecole di collagene, elastina e ulteriore acido ialuronico endogeno, proteggendoli contemporaneamente dall’azione dannosa dei radicali liberi che si formano continuamente, in particolare durante l’esposizione solare.

HYALURONIC ACID L.H. SERUM, invece, è un siero all’Acido Ialuronico puro ad alto e basso peso molecolare. L’Acido Ialuronico ad alto peso molecolare penetra gli strati più superficiali dell’epidermide, aiutando a fornire un’elevata idratazione superficiale e al tempo stesso fungendo da barriera contro la diffusione di sostanze esterne, come batteri e agenti infettanti.

Al contrario, l’Acido Ialuronico a basso peso molecolare raggiunge gli strati più profondi dell’epidermide conferendo alla pelle maggiore tonicità, elasticità e idratazione, coadiuvando contemporaneamente anche la sintesi di collagene. Questo prodotto è il miglior siero anti-invecchiamento in termini di efficacia, qualità e purezza del principio attivo.

Source