L’obiettivo della terapia infiltrativa con PRP (plasma ricco di piastrine) è quello di ridurre o eliminare il dolore, recuperare la limitazione funzionale dovuta all’infiammazione ed evitare di intervenire chirurgicamente o per lo meno rimandare il momento dell’intervento chirurgico.

Il PRP (Platelet Rich Plasma) è una concentrazione di piastrine autologhe (del sangue del paziente stesso) da 3 a 5 volte quella del plasma nativo che rilascia diversi fattori di crescita i quali, applicati nella sede della lesione, facilitano e accelerano i processi di guarigione del tessuto danneggiato influenzando anche il comportamento di altre cellule e regolando l’omeostasi tissutale ed i processi rigenerativi.

Source