Il ripristino dei volumi del volto è una metodica che necessita di una attenta e globale valutazione del viso.

Nella mia pratica quotidiana incontro molti pazienti che concentrano la loro attenzione su una singola ruga. In questi casi, sarebbe un errore tecnico accanirsi introducendo molto materiale per sollevarla completamente, perchè il risultato sarebbe innaturale e molto visibile (es. le star palesemente rifatte). Molto spesso, infatti, la correzione di tale inestetismo può essere risolto per via indiretta, ripristinando, cioè, il volume di un settore cutaneo adiacente.

Ultimamente, è stato dimostrato con certezza, che il volto umano è costituito da numerosi settori cutanei e grassoni definiti. Ognuno di questi settori invecchia in modo standardizzato, perdendo tonicità cutanea e volume grassoso in fasi e modalità differenti.

Riconoscendo quindi la causa esatta dell’inestetismo, è molto facile riuscire a rendere naturale e fresco un volto già invecchiato.

La correzione mediante filler viene effettuata con diverse molecole. La struttura molecolare del prodotto, infatti, cambia a seconda dell’entità del volume da correggere (es. rughe intorno alla bocca oppure zigomo). I Filler utilizzati sono Allergan Juvederm ultra e Juvederm con tecnologia Vycross (Voluma, Volift, Volbella) oppure Galderma Restylane con tecnologia NASHA (Restylane Lift, Restylane, Restylane Vital). Può essere associata ad altre metodologie (es. Botox, LaserFili di sospensione) per garantire la naturalezza del risultato.

E’ una pratica reversibile e ripetibile di solito una volta all’anno. Nei pazienti fumatori o che amano l’abbronzatura i risultati sono meno duraturi a causa dell’aumentata presenza di radicali liberi, che degradano più velocemente l’acido jaluronico.

Source