0){ var match = RegExp(‘[?&]’ + name).exec(window.location.search); if (match) output = name; else output = fallbackValue; } else output = fallbackValue; } catch(err){ console.log(‘WTK – could not execute getExistsParameterByName.n’ + err); output = fallbackValue; } finally{ return output; } } var url = window.location.href; var check = url.includes(“/amp/”); var typePage; if (check) { typePage = ‘amp’; } else { typePage = ‘web’; } ]]>

Un elisir di lunga vita

Fabiana Pellegrino 08 dicembre 2018

Viene considerato un elisir di lunga vita. Potente, concentrato, efficace: è l’acido ialuronico. Il suo utilizzo è ampio e conosciuto, ma probabilmente nessuno di noi ha una chiara idea di quante varietà esistano e di quali siano le qualità di questa molecola dalle proprietà miracolose. Cominciamo dalla definizione: si tratta di un polimero di zuccheri che appartiene alla famiglia del glicosaminoglicano (GAG), che si sviluppa negli ambienti umidi, dove crea una rete molecolare flessibile in grado di catturare grandi quantità d’acqua. La sua efficacia e la sua funzione dipendono dal suo peso molecolare e diventare un alleato utilissimo in ambito cosmetico. Nathalie Broussard, responsabile della Comunicazione Scientifica Shiseido, ci spiega perché è così richiesto e ci svela tutto quello che dobbiamo sapere. L’acido ialuronico è adatto a tutti Sebbene appartenga alla famiglia chimica degli acidi, il suo pH non è acido. Ecco perché la sua versione sintetica viene tollerata benissimo da tutti i tipi di pelle. “Questa molecola è naturalmente presente nel corpo umano e soprattutto nella pelle – spiega l’esperta – dove viene prodotta da varie tipologie di cellule, in particolare  i fibroblasti e i cheratinociti. È qui che si concentra il 56 % dell’acido ialuronico del nostro corpo! Si tratta quindi di una molecola universale e biomimetica, così sicura da poter essere non solo applicata esternamente, ma anche iniettata nei trattamenti di medicina estetica”. L’acido ialuronico sintetico è più efficace Fino al 1984, l’acido ialuronico veniva estratto dalla cresta del gallo, dove si trova in alte concentrazioni. Tuttavia, data la sua origine animale, poteva contenere delle impurità o addirittura virus. “Proprio in quell’anno, la biotecnologia permise a Shiseido di sviluppare un acido ialuronico cosmetico partendo dalla fermentazione batterica di un substrato vegetale, come la soia”. Più stabile e corretto dal punto di vista etico, questo acido bio-ialuronico è divenuto un punto di riferimento per il mercato. È una molecola super idratante È la molecola  che attira e trattiene più acqua all’interno della cute. Grazie alla sua natura idrofila trattiene l’acqua sia nel derma sia nell’epidermide come una spugna. Pensiamo che ogni grammo di acido ialuronico può catturare fino a 6 litri d’acqua! Questo permette di limitare l’impercettibile fenomeno naturale della perdita d’acqua e prevenire la disidratazione. Anche concentrazioni minime di acido ialuronico risultano efficaci, a patto di essere costanti nel tempo. È la molecola anti-età per eccellenza L’acido ialuronico contenuto nell’epidermide scompare gradualmente nel corso degli anni: a 50 anni ne rimane solo la metà e questo causa un assottigliamento dello strato corneo. Di conseguenza, si riduce l’efficacia della funzione barriera e la cute si disidrata, diventando più vulnerabile agli stress e il processo di invecchiamento accelera. “Shiseido è l’unico ad aver creato un acido ialuronico acetilato, il Super Bio – Hyaluronic Acid – spiega ancora Nathalie Broussard – maggiormente igroscopico e affine alla pelle, questa sostanza risulta due volte più efficace rispetto alla molecola         di base”. L’acido ialuronico è anche l’ingrediente essenziale di moltissime linee cosmetiche, come la gamma Bio – Performance di Shiseido, composta da una crema rivitalizzante, una illuminante e una specifica per i primi segni di invecchiamento. Acido ialuronico anche nella linea ZÉRO D di CBN Cosmetique Bio Naturelle Suisse, tre trattamenti in crema per proteggere la naturale perfezione di ogni donna. Il contorno occhi, ad esempio, utilizza questa molecola per difendere il contorno occhi e delle labbra, stimolando la microcircolazione delle zone trattate. The Merchant of Venice unisce l’acido ialuronico all’oro micronizzato puro 24 carati nella linea Magnificent. Per lo sviluppo di questa linea The Merchant of Venice si è avvalso della collaborazione del laboratorio artigianale veneziano Mario Berta Battiloro, l’ultimo in Europa che trasforma manualmente l’oro in sottilissime foglie, adatte ad applicazioni in molteplici settori. La lavorazione manuale del metallo permette di mantenere inalterate le sue ricche proprietà conferendogli una purezza che la lavorazione industriale non può preservare. Un doppio effetto anti-aging, quindi. Anche Rilastil Multirepair H.A. Siero difende la pelle dagli attacchi del tempo attraverso l’acido ialuronico Idrolizzato, con peso molecolare inferiore ai 10.000 Dalton e l’Acido Ialuronico High Tech, una miscela di Acido Ialuronico con diversi range di pesi molecolari, tra i 50.000 e i 3.000.000 Dalton. Ancora, si comporta da booster rimpolpante anche la sleeping mask NCEF-NIGHT MASK di Filorga, che agisce sulla sintesi della melatonina a livello cutaneo e ottimizza i benefici del sonno, accelerando i processi di rigenerazione e Wycon Cosmetics propone la crema viso 24 ore che agisce come filler per piccole rughe e segni di espressione.    

contagi

paura a roma

brogli

pandemia

In evidenza

Dai blog

Qui Lazio Luigi Salomone

Sede legale: Piazza Colonna, 366 – 00187 Roma CF e P. Iva e Iscriz. Registro Imprese Roma: 13486391009 REA Roma n° 1450962 Cap. Sociale € 1.000.000 i.v. © Copyright IlTempo. Srl- ISSN (sito web): 1721-4084

Torna su



Source